sabato 13 novembre 2010

Il fiore Oak




Il fiore che è tra le mani del forte Tommaso viene dalla Quercia che ci ha accolti in questo mondo magico e che, come il mio amico, è forte e stabile e accoglie molte forme di vita che in lei trovano rifugio e sostegno.

“Io sono Oak e come te sono coraggioso, forte e affidabile” gli sta dicendo il fiore “ma sono qui per aiutarti a capire che a volte la forza ci abbandona e lascia il posto alla stanchezza. È in questi momenti che voglio insegnarti a fermarti, a sorridere al tuo forte senso del dovere che ti impedisce di rilassarti e goderti delle pause ristoratrici”.

Tommaso guarda il fiore che tiene tra le sua mani forti e gli dice: “Spesso mi sento obbligato a fare delle cose, soprattutto se vedo che nessun altro le fa ed io credo che vadano comunque portate a termine. E in momenti come questo, quando qualche malattia mi costringe al riposo, mi sento frustrato e arrabbiato con me stesso per essermi ammalato”.

Oak sorride a Tommaso:”presto imparerai a conoscere i tuoi limiti, a staccare la spina e prenderti una vacanza felice come un bambino che sente la vita per la prima volta: io sarò lì con te”.

Anche il fiore della quercia dona la sua essenza, appendendola al collo di Tommaso che sorride un po’ disorientato.



CCCCRRRRRAAAAAA CCRRRAAAAAA



La rana sputa storie è ai piedi di Tommaso e aspetta il momento giusto per consegnargli la FAVOLA che ho scritto per lui, perché leggendosi possa trovare il modo di riorganizzare le parole che dentro di lui costruiscono la storia che vive ogni giorno.










…Continua...


Copyright © Claudia Brunetti
Tutti i diritti riservati. E' consentito l'uso e la distribuzione di questo testo in forma gratuita e non commerciale esclusivamente con il consenso scritto da parte dell'autore

2 commenti:

  1. Grande e forte è la quercia.....!Luisa

    RispondiElimina
  2. @Luisa
    Grande e forte, persone bellissime e di grande umanità.... basta che imparino a fermarsi ogni tanto :-)

    RispondiElimina