venerdì 26 novembre 2010

Il fiore Hornbeam





Stefano ha tra le mani il fiore del carpino bianco, amico di tutte le persone molto impegnate in attività mentali, intellettuali, specialmente se ripetivie come gli impiegati e gli studenti, ma anche di tutti quelli che il lunedi mattina proprio non ne vogliono sapere di scendere dal letto col sorriso sulle labbra.

“Stefano, io sono Hornebeam, e dono vitalità ed energia a tutti quelli che sentono i problemi di tutti i giorni troppo onerosi e finiscono per svolgerli in uno stato di apatica routine e noia”.

“Hai ragione” dice Stefano “certe mattine mi sento così stanco, appena sveglio, come se portassi la stanchezza dentro di me e questo mi rende difficile vivere”.





La mia essenza sarà come una doccia fresca per te, soffierà via la grigia noia e soprattutto ti aiuterà a ricollegarti alla fonte della motivazione, in armonia col tuo progetto di vita”.


Il mio amico sorride soddisfatto mentre riceve la sua boccetta ambrata e la rana sputa storie gracidando gli fa scivolare tra le gambe la sua FAVOLA e quella di chi la mattina senza 3 caffè faceva fatica anche a ricordardi il suo nome, prima di conoscere il fiore Hornbeam.




…Continua...


Copyright © Claudia Brunetti
Tutti i diritti riservati. E' consentito l'uso e la distribuzione di questo testo in forma gratuita e non commerciale esclusivamente con il consenso scritto da parte dell'autore

Nessun commento:

Posta un commento