martedì 9 novembre 2010

Il fiore Chestnut bud



La giovane gemma dell’ippocastano, il Chestnut Bud è tra le mani di Bud con cui ha in comune il nome e la giovinezza tipica di chi sembra non imparare mai dai propri errori.

“Amico mio” gli sta dicendo il fiore “lo scopo della vita è quello di imparare ma tu proprio non ne vuoi sapere! Inciampi sempre negli stessi errori e per giunta te ne dimentichi creando i presupposti per caderci di nuovo. Io sono chestnut bud e aiuto le persone a trarre insegnamento dalle esperienze che fanno e quindi a camminare verso il futuro con passi certi di quello che hanno già appreso”.



Bud riceve dai petali del fiore la boccetta con la sua essenza “queste gocce sapranno mostrarti la via per osservare ed imparare dai tuoi errori così che tu possa divenire un uomo saggio ed imparare il più possibile dal tua giornata di scuola terrestre”.








CCCCCRRRRRAAAAAA CRRRRAAAAA

“Bella!” dice Bud alla rana

CCCCCCCCCCRRRRAAAAAAAAAAAAAAAAA

La rana sputastorie non è tipa da affetuosità, del resto lei è una combattente al servizio del dott. AggiustaStorie e del mondo di TuttoèPossibile.

SPLLOOOOOFFFFFF

La rana ha appena tirato ai piedi di Bud una palla bavosa che temo contenga al suo interno le consonanti e le vocali che dipanate racconteranno la FAVOLA di Bud.







... Continua...


Copyright © Claudia Brunetti
Tutti i diritti riservati. E' consentito l'uso e la distribuzione di questo testo in forma gratuita e non commerciale esclusivamente con il consenso scritto da parte dell'autore

Nessun commento:

Posta un commento