domenica 31 ottobre 2010

Larch - Il Fiore di chi ha poca fiducia in se stesso



Lascio Matteo ad ascoltare la favola che ho scritto per lui e che lui soltanto, in questo momento, riesce ad ascoltare e sposto il mio sguardo su sua moglie che gli è accanto.

Clara sta parlando con il fiore Larch, che sembra crescere coma una rossa bacca sui sottili rami del Larice.

“Clara” le sta dicendo Larch “Clara, mia dolce rugiada, tu sei qui per imparare che il fallimento non esiste e che tutti saranno felici di applaudire ai tuoi successi invece di ascoltare le argomentazioni che adduci per non metterti alla prova ed evitare così di vivere la paura del fallimento.
Io sono il fiore di coloro che non hanno abbastanza fiducia in se stessi e nelle proprie capacità, di tutti coloro che non fanno nessun tentativo perché sono convinti di non potercela fare
".

Il viso di Clara è segnato da grossi goccioloni salati, “è vero! Ho sempre pensato che mi mancasse qualcosa, di non essere abbastanza brava come tutti gli altri ed ho sempre sentito un dolore sordo e profondo per non essere riuscita a realizzare me stessa!”

“E per non sentire questo dolore e non affrontare il tuo senso di inadeguatezza hai fatto di tutto per giustificare a te stessa e al mondo le tue ritirate, le tue fughe e le tue rinunce. Ma io sono qui per illuminare e far crescere la fiducia che nutri nelle tue capacità, per ricordare al tuo cuore che ‘non riesco’ e ‘fallimento’ sono solo polvere quando si segue con coraggio il proprio cammino”.

Anche Larch, come prima Impatiens, infila al collo di Clara la boccetta di vetro ambrato “ti regalo due gocce della mia essenza perché tu possa, in ogni momento, ricordarti di me e del mio invito a tuffarti nella vita”.



Mi avvicino a Clara per abbracciarla e, insieme alla rana sputa storie e al dott. AggiustaStorie inziamo a raccontarle la FAVOLA di chi, grazie ad un fiore, ha ritrovato la fiducia nelle sue capacità.

CRRRAAA CCRRAAAA, CRRRAAAAAAAAA









CRRAAAAA CCRRRAAAAA, CCRRAAAAAAAAAAAA

“vieni, qui….abbassa il fucile, loro sono amici del blog, è tutto a posto!”

Non spaventatevi, richiamo subito la rana all’ordine! Del resto stava solo facendo il suo dovere di cadetta al servizio della tutela delle favole provenienti dal mondo di TuttoéPossibile che possono essere ascoltate solo da chi ha avuto la fortuna di visitare questa Terra incantata.





... Continua...


Copyright © Claudia Brunetti
Tutti i diritti riservati. E' consentito l'uso e la distribuzione di questo testo in forma gratuita e non commerciale esclusivamente con il consenso scritto da parte dell'autore

Nessun commento:

Posta un commento